9 momenti in cui i Babbani avrebbero dovuto notare la magia, ma non l’hanno fatto

A volte si fa davvero fatica a credere che i Babbani non notino nulla del mondo magico – e infatti qui ci sono alcuni momenti in cui il popolo non magico fu più inconsapevole che mai…

1 – Il giorno in cui il serpente riuscì misteriosamente a fuggire dallo zoo

Quante volte succede che un vetro svanisca nel nulla in un rettilario? Mentre i Dursley sapevano perfettamente cosa era successo, gli altri tennero la bocca chiusa. Siamo sinceri, c’era solo una spiegazione possibile per quel fenomeno misterioso!


2 – Quando tutti gli animali si comportavano in modo strano

Uno stormo di uccelli notturni che prende di mira solo una casa? Lettere che compaiono nelle bottiglie di latte e nelle uova? Questo è il re degli scherzi, oppure c’è lo zampino della magia!


3 – E quella macchina volante…

Alcuni Babbani con la vista di un falco riuscirono a scorgere una Ford Anglia volante, ma avrebbero dovuto notarla molti di più! Soprattutto considerando che la macchina stava volando su Londra quando il turbo invisibile smise di funzionare.


4 – Qualcuno ha mai visto il Nottetempo?

Questo autobus a tre piani, dal colore viola acceso, gira a tutta velocità per le strade della città facendo un casino assordante, eppure è ben nascosto agli occhi dei Babbani. Il Nottetempo compare ogni volta che una strega o un mago estrae la sua bacchetta sul marciapiede, e poi scompare. Secondo Stan Picchetto, i Babbani “non ci sentono e non ci vedono. Non si accorgono mai di nulla, quelli.”


5 – La casa che nessuno può vedere

Va bene che il numero 12 di Grimmauld Place è efficacemente nascosto con incantesimi per proteggere i suoi residenti dai maghi oscuri, ma andiamo, vicini! Davvero non avete mai sentito il ritratto della signora Black urlare o non avere mai visto fuori dalla finestra un viavai di persone vestite con misteriosi mantelli che apparivano e poi scomparivano velocemente?


6 – Che ne dite di tutti quei visitatori all’ospedale magico?

Lungi dall’essere nascosto sottoterra come il Ministero della Magia, l’Ospedale San Mungo è accessibile tramite un grande magazzino abbandonato a Londra. Nonostante si lamentino perché non è mai aperto, i Babbani non sembrano notare gruppi di persone che conversano con un manichino e poi attraversano una delle vetrine per andare a fare visita ai loro cari. Usate gli occhi, gente!


7 – La grandiosa missione di salvataggio da Hogwarts al Ministero della Magia

Quando sei adolescenti volano sul paese a cavallo dei Thestral, si potrebbe pensare che i Babbani rimangano senza parole. Certo, solo quelli che hanno assistito ad una morte possono vedere i Thestral, ma le persone avrebbero dovuto vedere dei ragazzi volare a mezz’aria, apparentemente senza supporti, verso Londra – il che sarebbe stato ancora più sconvolgente.


8 – L’ultimo viaggio da Privet Drive

Prima di tutto, quanto sono egocentrici gli abitanti di Privet Drive, che per sei lunghi anni non hanno notato stranezze e magie di ogni tipo? Comunque sia, però, verrebbe da pensare che tredici persone – molti dei quali avevano lo stesso aspetto del ragazzino che viveva accanto a loro, e un mezzo gigante – che partono dal giardino con una scorta di volo, tra cui una motocicletta e un sidecar, attirino l’attenzione. E se questo non l’avesse fatto, la battaglia a mezz’aria, tra esplosioni di fuoco e innumerevoli getti di luce rossa e verde, avrebbe dovuto almeno far sollevare lo sguardo verso il cielo. Fuochi d’artificio, forse?


9 – E infine l’improvvisa comparsa a Tottenham Court Road

Hermione non aveva idea del perché le venne in mente questo luogo così affollato in cui Materializzarsi, dopo che i Mangiamorte avevano fatto irruzione al matrimonio di Bill e Fleur, ma pensava che sarebbe stato più difficile essere rintracciati nel mondo Babbano. Almeno aveva ragione su una cosa: i Babbani non notarono nulla. L’improvvisa comparsa dal nulla di tre adolescenti spaesati e visibilmente terrorizzati avrebbe dovuto essere abbastanza almeno perché qualche Babbano si fermasse per chiedere loro se stessero bene.


Fonte: Pottermore

Comments

comments

Precedente Recensione - "La ragazza nella nebbia", Donato Carrisi Successivo I personaggi del cuore - Peeta Mellark

Lascia un commento

*