Recensione – La Bella e la Bestia

La Bella e la Bestia

Sinossi:

Nella Francia di fine Settecento, un giovane principe, bello e affascinante quanto egoista ed egocentrico, vive nel suo castello una vita di lusso, caratterizzata a balli e feste, a discapito però del suo popolo, il quale è costretto a pagare ingenti tasse. Una sera, durante un ballo, al castello si presenta una vecchia in cerca di ospitalità: in cambio, offre al principe una rosa. Il principe la deride e rifiuta di ospitarla, ma la vecchia si rivela essere una maga, che punisce il giovane lanciando un incantesimo: il principe viene trasformato in una bestia, mentre i suoi servitori diventano oggetti, e il castello diventa un luogo oscuro, tetro, cupo, abbandonato. Inoltre, viene cancellata memoria del principe e del castello nei villaggi vicini, lasciando il principe solo e abbandonato a se stesso. La maga, prima di andare via, dona alla Bestia una rosa, che indica la scadenza dell’incantesimo: se il principe riuscirà ad amare e farsi amare prima che cada l’ultimo petalo, l’incantesimo si spezzerà, altrimenti resterà una Bestia per sempre…

Regia: Bill Condon

Genere: Fantasy, Sentimentale

 

 

Recensione:

La Bella e la Bestia è una rivisitazione del classico animato Disney del 1991, in versione live action. Il film è davvero molto fedele al cartone originale, un aspetto che sicuramente non passa inosservato e che rende il film apprezzato dagli spettatori in generale e dagli spettatori amanti di questa storia. Fedeltà che viene mantenuta non solo dal punto di vista della storia, ma anche dal punto di vista delle canzoni: nonostante le parole siano diverse, sono comunque riconoscibili e bellissime.

Per quanto riguarda la storia, le scene sono state per la maggior parte ricalcate sul classico originale, ma ci sono state anche delle aggiunte riguardo il passato di Belle e del principe: sono momenti che portano lo spettatore a immedesimarsi ancora di più con questi due personaggi e con le loro vite, ci si immerge ancora di più nella storia e quindi sono aggiunte apprezzate e che non disturbano o rovinano l’originale.

Tra i momenti più belli del film, sicuramente c’è il ballo: l’emozione è palpabile, non solo per la scena in sé, ma anche perché è identica al cartone originale che tutti tanto amiamo.

I luoghi e gli oggetti sono semplicemente fantastici, anzi, è il caso di dire da favola: il castello è bellissimo, forse ancor di più quando è sotto la maledizione della maga; il villaggio di Villeneuve è tipicamente francese e settecentesco, le ricostruzioni sono state fatte magnificamente, così come i costumi e gli oggetti, soprattutto quelli animati che rappresentano i servitori stregati dalla maga: Lumière e Tockins sono assolutamente stupendi. Una nota anche per la bellissima biblioteca: da sempre ho la stessa faccia di Belle quando entra in quel piccolo paradiso.

Il film, inoltre, mantiene e sottolinea i messaggi morali che erano comunque già evidenti nel classico originale: il ruolo della donna e la parità dei sessi; l’importanza della cultura, della lettura; la passione per i libri e la lettura e la letteratura; la non importanza dell’apparenza, dell’aspetto fisico, quanto l’importanza della bellezza del cuore, dell’anima.

Il cast è eccezionale: Emma Watson (Belle), Dan Stevens (la Bestia), Luke Evans (Gaston), Kevin Kline (Maurice), Josh Gad (LeTont), Ewan McGregor (Lumière), Ian McKellen (Tockins), Audra McDonald (Madame Guardaroba), Stanley Tucci (Maestro Cadenza), Emma Thompson (Mrs. Bric), Gugu Mbatha-Raw (Spolverina), Hattie Morahan (la maga, Agata), e così via.

Ho trovato Emma Watson una Belle assolutamente perfetta, in tutto e per tutto. Belle è una ragazza semplice ma con le idee chiare, non è disposta a farsi sottomettere, e Emma ha reso benissimo la sua determinazione, il suo coraggio, la sua dolcezza e intelligenza. Luke Evans è riuscito a rendere ironico il personaggio odiosissimo di Gaston, ma la vera star è Josh Gad: la sua intepretazione di LeTont è straordinaria, espressiva e comica!

Concludo consigliandovi questo film e questa storia, dal più profondo del mio cuore: è pura meraviglia.

Trailer del film:

Metti mi piace alla pagina Facebook Film Telefilm & Libri.

Comments

comments

Precedente Collaborazione - Garzanti - 6 Successivo A un passo dal cielo 4 - Recensione quarta stagione