Recensione – “Nei tuoi occhi”, Nicholas Sparks

Nei tuoi occhi, Nicholas Sparks

12509793_551466331677190_5798567793263782272_n

Trama:

Per ripagare i sacrifici dei genitori, Maria ha lavorato giorno e notte fino a diventare quello che è: il ritratto del successo. Lei è bella, di quella bellezza scura e appassionata che hanno le donne latine, eppure non ha una relazione, tutta presa prima dalla laurea e poi dal posto nello studio legale più importante della zona. Qualcosa, però, mette in pericolo la sua carriera e Maria sente il bisogno di rientrare a Wilmington e cercare la protezione della sua famiglia. Colin sta facendo del suo meglio per ridare un significato alla propria esistenza. Non ha ancora trent’anni, ma la violenza lo ha già segnato profondamente e lui non vuole più correre il rischio di finire in prigione. Le sue giornate sono scandite dallo studio, dalla palestra, e dal lavoro nel bar di Wilmington, la città dove vive ora grazie a una coppia di amici che gli fa da famiglia, proteggendolo da se stesso. È affascinante e lo sa, ma in questo momento una relazione è l’ultimo dei suoi pensieri. Come sempre il destino mescola le carte, e lo fa in una notte di pioggia torrenziale, quando Maria rimane con una gomma a terra e Colin non può fare a meno di fermarsi ad aiutarla. È l’inizio di qualcosa, forse, una promessa di futuro. Che rischia di essere distrutto dai demoni del loro passato. E che soltanto chiamando quella promessa amore può diventare la loro realtà. La storia di Colin e Maria.

Anno di pubblicazione: 2015 (2016 in Italia)

Genere: Romanzo rosa

Casa editrice: Sperling & Kupfer

Per acquistare una copia del libro su Amazon CLICCA QUI.

 

Recensione:

Erano passati tre anni dall’ultimo libro di Sparks (La risposta è nelle stelle), ed essendo il mio scrittore preferito avevo delle aspettative molto alte riguardo a questo nuovo romanzo. Nonostante abbia letto di pareri assolutamente contrastanti, in molti casi negativi, io posso dire, ancora una volta, di non essere rimasta affatto delusa da questa nuova storia. Anzi, Sparks ha saputo sorprendermi e stupirmi per l’ennesima volta.

Maria, di origini messicane, è una semplice ragazza per bene, dai saldi principi morali che la sua grande famiglia, molto unita, le ha sempre trasmesso. E’ un’avvocato competente, e ha sempre studiato con impegno per questo. La sua, al contrario della frizzante, simpatica ed estroversa sorella minore Serena, è una vita tranquilla: Maria non ha molti amici, non esce molto, passa le serate in casa a leggere; allo stesso tempo, però, vorrebbe trovare qualcuno di cui innamorarsi davvero, una storia seria, non certo un’avventura. Proprio per questo motivo, Colin sembra proprio non essere il suo tipo, nonostante sia molto affascinante: è un ragazzo dal passato tormentato e burrascoso, perché le sue difficoltà nel gestire la rabbia gli hanno procurato spesso problemi con la giustizia e con la legge. Ma ora ha finalmente trovato un equilibrio, grazie anche e ha deciso di frequentare il college per diventare un insegnante. Per sfogare la rabbia si allena per combattere corpo a corpo: proprio dopo uno di questi incontri, Colin, in una notte di tempesta, vede Maria in una strada buia e desolata, ferma, che cerca di cambiare la ruota alla sua macchina.

Il primo incontro tra Maria e Colin non è dei migliori, perché lei si spaventa, ma successivamente, complice Serena, tra i due nasce una storia d’amore molto dolce, caratterizzata inizialmente da insicurezze e paure, ma molto spontanea e sincera. Entrambi, però, si trovano a dover fare i conti con il proprio passato, ed è qui che il romanzo rosa sfocia, come nel caso di alcuni romanzi precedenti di Sparks, nel thriller. Qualcosa, dal passato, torna a perseguitare Maria, mettendo a rischio la sua vita, della sua famiglia, e di Colin.

Lo stile di Sparks è sempre unico, inimitabile, molto semplice, scorrevole, piacevole. Ancora una volta, Sparks ha dimostrato di saper parlare non solo d’amore: da metà libro in poi l’ansia è inevitabile, e la voglia di scoprire il mistero del passato di Maria aumenta sempre più, raggiungendo l’apice negli ultimi capitoli. Si tratta di temi delicati e non facili da raccontare: protagonisti sono l’ossessione, la vendetta, la rabbia, ma per Maria l’angoscia, il non sentirsi sicura in nessun luogo, e per Colin la rabbia, che da sempre cerca di combattere.

I protagonisti di questo libro mi sono piaciuti molto: oltre a Maria e a Colin, di cui ho già parlato, ho apprezzato molto Serena, per la sua allegria e le sue battute, e per il rapporto che ha con Maria. Anche Carmen e Felix, i genitori di Maria, sono molto dolci, protettivi, e un esempio per le proprie figlie. Interessanti anche i migliori amici di Colin, Evan e soprattutto Lily: una coppia molto simpatica e particolare, ma dal cuore grande. Infine, una nota anche per l’ispettore Margolis: nonostante il suo disprezzo per Colin (reciproco) fin dall’inizio della storia, non sono mai riuscita a trovarlo del tutto antipatico.

Anche in questo caso, l’ambientazione ha il suo fascino, molto presente all’interno dell’opera: Wilmington è una cittadina tranquilla del North Carolina, vicina al mare, e ho amato soprattutto il luogo in preferito da Maria per praticare paddleboard, l’isola di Masonboro.

Consiglio il Nei tuoi occhi a tutti gli amanti di Sparks e delle sue storie d’amore, ma anche a coloro che amano il genere thriller: non vi deluderà! 😉

Comments

comments

Precedente Il viaggio di Nicholas Sparks in "Tre settimane, un mondo" Successivo Recensione - "Dieci piccoli indiani", Agatha Christie