Crea sito

Recensione – “Un intero attimo di beatitudine”, C.H. Parenti

Un intero attimo di beatitudine, C.H. Parenti

Trama:

Arianna Brandi non è certo una ragazza che passa inosservata: capelli rossi come il fuoco e occhi pieni di rabbia. La rabbia di chi ha già perso tutte le cose che contano davvero: la famiglia, l’innocenza, la voglia di credere nel futuro. Infatti, da quando il padre se n’è andato, sparito nel nulla senza lasciare traccia, la vita di Arianna non è stata più la stessa. Qualcosa si è spezzato, e lei ha cercato rifugio nelle compagnie sbagliate, tra alcol, feste e notti infinite. Le cose cambiano il giorno in cui Arianna viene bocciata e la madre la costringe a lavorare nel bar di un piccolo paese alle porte di Siena. Per Arianna quello è l’inferno, l’estate peggiore che possa immaginare. Almeno fino al momento in cui incontra Daniel. Lui è tutto ciò che Arianna non è: timido, riservato, serio. Se ne sta seduto in un angolo del bar con una vecchia macchina fotografica tra le mani, sempre solo. Tra i due l’amore scoppia come una scintilla inaspettata, sorprendente. Lui la trascina nel suo universo misterioso, lei trova il modo di ricucire i pezzi della propria vita. Daniel sembra essersi materializzato dal nulla per salvarla, per portarla via sul suo cavallo bianco come un cavaliere dall’armatura scintillante. Eppure Arianna non sa che il ragazzo che le ha rubato il cuore nasconde un segreto. E che, forse, sarà lei a salvare lui. Dalla penna di un’autrice straordinaria, una storia romantica e indimenticabile sull’amore e sulle seconde possibilità. Quelle che la vita ci regala, sempre e comunque.

Anno di pubblicazione:  2019

Genere: Romanzo – Young Adult

Casa editrice: DeA Planeta Libri

Per acquistare una copia del libro su Amazon, CLICCA QUI.

 

Recensione:

Mi ritrovo alla fine di un nuova storia scritta da Chiara Parenti, e ancora una volta mi ritrovo a scrivere la recensione di un libro che mi ha rapito il cuore e che porterò sempre con me. Sì, perché leggere questo libro e restare indifferenti, non rimanerne coinvolti, è davvero impossibile.

La storia è quella di Arianna, che, lo ammetto, all’inizio del libro ho trovato abbastanza antipatica, perché è questa l’immagine che questa ragazza dai capelli rosso fuoco vuole dar di sé: una ragazza sicura di se stessa e che nessuno può ferire. Dopo che suo padre se ne è andato, Arianna si è nascosta, per proteggersi, dietro un muro invalicabile di dolore, dietro al quale si sente al sicuro, anche se vuota, insensibile. Il suo motto è quello della maglietta dei Nirvana che indossa spesso: Oh well, whatever, never mind. Non le importa più dei suoi sentimenti, della scuola, di sua madre, dei suoi veri amici, ma si circonda di cattive compagnie e relazioni senza senso, purché mettano a tacere il dolore che sente.

La storia è poi anche quella di Daniel, che sembra essere l’esatto opposto di Arianna. Un ragazzo timido, riservato, che ama osservare piuttosto che parlare: infatti, ama fotografare il mondo intorno a sé per catturare la Vera Bellezza, quegli attimi di beatitudine di cui parla Dostoevskij in Notti bianche, gli attimi per cui la vita vale la pena di essere vissuta.

Quando Arianna vede Daniel per la prima volta al bar in cui sua madre l’ha costretta a lavorare dopo essere stata bocciata a scuola, ne rimane incuriosita. Tra i due scatta una curiosità reciproca che li porterà, pian piano, ma inesorabilmente, ad avvicinarsi l’un l’altro. Chi è questo ragazzo così profondo, che non si stanca mai di ammirare le piccole meraviglie del mondo? Per Arianna sarà un’occasione per riscoprirsi e guardarsi dentro, mentre Daniel scoprirà il mondo di trasgressione e ribellione di Arianna, per farlo un po’ anche suo. Ma il passato non rimane nel passato, viene a cercarti per chiederti il conto: entrambi hanno trascorsi movimentati, e dovranno affrontare insieme ciò che li aspetta, anche quando tutto sembra difficile e perso.

Un intero attimo di beatitudine è la storia di un amore, del primo vero amore che è in grado di cambiare, trasformare completamente una persona, facendo emergere il meglio di se stessi: l’amore è ciò che ci fa vedere noi stessi con occhi diversi, che ci fa scoprire quello che non avremmo mai pensato di essere o quello che non avremmo mai avuto il coraggio di fare. Perché è l’amore che da la forza e il coraggio di affrontare ciò che la vita ci pone davanti, come Daniel e Arianna scopriranno.

Si tratta di una storia che conquista fin dalle prime pagine, una storia che travolge e stravolge. Con Arianna e Daniel ho scoperto la forza, il coraggio che solo la purezza e l’intensità del vero amore può dare. Tra le pagine di questo libro si affrontano molte emozioni, ma tutte molto intense e profonde. La psicologia dei personaggi è ben descritta e la scrittura è scorrevole e coinvolgente. Oltre ai due protagonisti, ci sono altri personaggi a cui mi sono affezionata, in particolare Carlo e Carmen, due simpaticissimi ballerini amici di Arianna e Daniel, in grado di strappare un sorriso anche nelle situazioni più disperate. Inoltre, non posso non menzionare la professoressa Beiste, un’insegnante come poche, che non smette di esserlo anche fuori dalla scuola e che regala tutta se stessa ai suoi studenti.

La storia, infine, offre anche molti spunti di riflessione su diversi argomenti come adolescenza, bullismo, dolore, abbandono, ma soprattutto sulla vita stessa: ognuno di noi merita di viverla appieno e al meglio, mettendo insieme, uno dopo l’altro, interi attimi di beatitudine.

Un intero attimo di beatitudine è un libro che voglio consigliare a tutti, perché la storia di Arianna e Daniel è senza tempo e senza età, riesce a far battere il cuore di tutti.

Comments

comments